Revisioni

 

 

Perche' la revisione?

 

 

Il Codice della strada prevede che i veicoli a motore ed i loro rimorchi durante la circolazione debbano essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore 

codicee l'inquinamento.

 
 

 

 

 

 

 

 

 

Quando?

 

 

La revisione deve essere effettuata entro il mese corrispondente alla data di rilascio della carta di circolazione (se da revisionare per la prima volta) oppure entro il mese corrispondente alla data dell'ultima revisione. 

454_officina-auto-meccanicoLa prima revisione va eseguita dopo 4 anni.

Poi sempre ogni due anni.

 
 

 

 

 

 

Nello specifico riportiamo i dati in tabella:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CATEGORIA VEICOLI CADENZA

CICLOMOTORI

 
Tutti compresi i quadricicli leggeri

4 anni dopo quella di prima immatricolazione. Successivamente ogni 2 anni

MOTOVEICOLI  

Motoveicoli e motocarrozzette                                               

Motoveicoli per trasporto promiscuo                                            

Motocarri, motoveicoli uso speciale

Quadricicli              

        

4 anni dopo quella di prima immatricolazione. Successivamente ogni 2 anni
Motoveicoli da piazza o di noleggio con conducente 1 anno dopo quello di prima immatricolazione. Successivamente ogni anno
AUTOVEICOLI  

Autovetture a uso privato, Autoveicoli a uso promiscuo            

Autocaravan di massa complessiva non superiore a 3.5 t      

Autocarri, autoveicoli a uso speciale e per trasporti specifici di massa complessiva non superiore a 3.5 t

4 anni dopo quella di prima immatricolazione. Successivamente ogni 2 anni
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa si controlla durante

5896163-un-detective-uomo-arancione-con-una-lente-d-ingrandimento-guardando-da-vicino-a-qualcosa-come-si-ten

 

la revisione?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le fasi della revisione sono le seguenti:

 

 

1. Identificazione veicoloIMAG0220

COMPONENTE DA

CONTROLLARE

CRITERI PER ESITO RIPETERE/SOSPESO
1. LIBRETTO CIRCOLAZIONE
  • DATI NON LEGGIBILI
  • MANCATA CORRISPONDENZA TRA LIBRETTO E TIPO VEICOLO
2. TARGHE
  • MANCANZA O MANOMISSIONI
  • ILLEGGIBILITA'
3. IDENTIFICAZIONE TELAIO
  • MANCANZA
  • ILLEGGIBILITA'
  • MANOMISSIONE
  • NON CORRISPONDE AL LIBRETTO
4. DATI PNEUMATICI
  • PNEUMATICI DIVERSI DA QUELLI RIPORTATI SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE
  • PNEUMATICI DI DIVERSO TIPO SULLO STESSO ASSE
  • DISEGNO BATTISTRADA DIVERSO SULLO STESSO ASSE
5.COMPONENTI DI VISIBILITA'
  • VISIBILITA' LIMITATA (SPECCHI RETROVISORI, CRISTALLI, FANALERIA) 
6. COMPONENTI FISSATI ALLA CARROZZERIA
  • EVENTUALE CORROSIONE
  • RIPARAZIONI MAL ESEGUITE
7. SEDILI E CINTURE DI SICUREZZA
  • FISSAGGIO
  • ROTTURA
  • ANOMALO FUNZIONAMENTO
  • CINTURE NON CONFORMI
8. ACCESSORI PER L'EMERGENZA
  • MANCANZA DEL TRIANGOLO
  • ASSENZA RUOTINO DI SCORTA

 

 

 

 

2. Prova fonometrica

fonometro-2237

Per mezzo di uno strumento chiamato Fonometro viene misurata la rumorosita' di fondo e la rumorosita' dell'avvisatore acustico. 

 

 

 

 

3. Prova Fari

IMAG0222

Lo strumento utilizzato per il controllo dei fari si chiama Centrafari e misura la luminosita' espressa in "Lux" e l'orientamento luminoso sia orizzontale che verticale. I valori limite sono i seguenti:

 

 

 

 

LIMITE MINIMO

 

LIMITE MASSIMO

ANABBAGLIANTI

 

3.750 LUX 90.000 LUX

ABBAGLIANTI

 

20.000 LUX

150.000 LUX

 

 

 

 

4. Prova freni

IMAG0225

Gli impianti di frenatura sono indispensabili per il corretto funzionamento di un veicolo in quanto hanno il compito di ridurre la velocita' fino al suo arresto e di mantenerlo bloccato. Occorre un buon funzionamento del:

 

  • Freno di servizio: azionato tramite pedale freno agisce su tutte le ruote e deve essere in grado di ridurre la velocità del veicolo fino al suo arresto
  • Freno di soccorso: ha il compito di intervenire quando il freno di servizio risulta in avaria, può essere idraulico o meccanico e non costituisce un impianto autonomo in aggiunta a quello di servizio e di stazionamento ma può essere parte integrante dell'uno o dell'altro
  • Freno di stazionamento: tiene bloccato il veicolo in assenza del suo conducente.

 

 

 

 

5. Prova gas di scarico

IMAG0221

Per il controllo dei gas di scarico vengono utilizzati 2 strumenti: 
  • L'Opacimentro: veicoli alimentati a gasolio
  • Analizzatore gas di scarico: veicoli alimentati a benzina, gpl o metano

I valori limite sono prescritti nella circolare 88/95 e nello specifico:

  • per i motori benzina vanno valutati il valore del CO e il valore lambda
  • per i motori Diesel va' valutato il valore dell'Opacita'

 

 

 

 

 

 

 

Quanto costa la revisione?

soldi-icona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La revisione presso il nostro centro di qualunque mezzo rispetta il listino emesso dalla Provincia di Torino al quale ogni centro è tenuto ad attenersi:

 

ai sensi del Decreto Ministero dei Trasporti

2 agosto 2007 n. 161

TARIFFA REVISIONE

 

€ 45,00

22% IVA

 

€   9,90

DIRITTI D.T.T

 

€   10,20

TOTALE PARZIALE

 

€ 65,10

RIMBORSO SPESE (COMMISSIONI POSTALI E BANCARIE)

 

€   2,07

TOTALE

€ 67,17

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli esiti della revisione?

 

 

 

revisione

 

 

 

 

 

 Al termine del ciclo di revisione il nostro centro emette, attraverso il collegamento con il Ced di Roma e il pagamento dei diritti DTT, un' etichetta adesiva applicabile nell'apposito spazio sul retro del libretto.

Sull'etichetta è indicato l'esito della revisione che può essere:

  • REGOLARE. Viene apposta l’etichetta REGOLARE nel caso in cui i controlli effettuati nel veicolo risultino entro i limiti previsti dal Ministero del Trasporti.
  • RIPETERE. L’esito RIPETERE si appone quando, nel controllo si riscontrano dei problemi sulla sicurezza del mezzo. Nell’etichetta, a fianco della dicitura ripetere, appaiono i Codici (dall’1 al 9) che contraddistinguono la natura del problema.
  1. DISPOSITIVI DI FRENATURA ( freno a mano, di servizio)
  2. STERZO ( cuscinetti, fissaggio, stato meccanico)
  3. VISIBILITA’( vetri, specchietti, lava vetro)
  4. IMPIANTO ELETTRICO ( proiettori, luci, indicatori)
  5. ASSI PNEUMATICI E SOSPENSIONI
  6. TELAIO ( carrozzeria, porte, serrature, serbatoio)
  7. ALTRI EQUIPAGGIAMENTI ( avvisatore acustico, cinture)
  8. EFFETTI NOCIVI ( rumori, gas di scarico)
  9. IDENTIFICAZIONE DEL VEICOLO ( targa, telaio)

In presenza di alcuni di questi codici (esattamente 1-2-5-6) gli interventi devono essere effettuati da autoriparatori specializzati e certificati mediante la compilazione di una dichiarazione di una buona esecuzione dei lavori. Tale certificazione dovrà essere esibita alla successiva visita di revisione. Consente la circolazione del veicolo nel mese successivo alla data riportata sul timbro purché siano stati effettuati gli interventi tecnici necessari.

  • ESITO SOSPESO

Il veicolo viene SOSPESO dalla circolazione quando in sede di revisione vengono riscontrati gravi problemi. Il veicolo può esclusivamente essere condotto, nella medesima giornata, in officina per gli interventi del caso. I motivi per i quali è stato apposto tale esito, sono sempre riconosciuti dai codici sopra citati. Si precisa che per i punti 8 e 9 sopra citati riscontrati in sede di revisione, l’esito della della stessa sarà automaticamente “SOSPESO”.

 

 

 

 

 

 

E se la revisione e' scaduta?

 

CarabinieriPaletta-300x188

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come prevede la normativa e in particolare il comma 14 dell'art. 80 del Codice della strada,  chiunque circola con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 674. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle cadenze previste dalle disposizioni vigenti. L’organo accertatore annota sul documento di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione. È consentita la circolazione del veicolo al solo fine di recarsi presso uno dei centri revisione autorizzati.